Ribot l’italiano e la blockchain !

Ribot.ArcDeTriomphe.1956-iloveimg-compressed

3, 15, 8, 5, 8… Queste furono le lunghezze di distacco che Ribot, campionissimo dell’ippica, inflisse ai suoi avversari nelle vittorie, rispettivamente, all’Arc de Triomphe, al Jockey Club, al Presidente della Repubblica, al King George and Queen Elizabeth Stakes e di nuovo all’Arc de Triomphe, tra il 1955 ed il 1956; altrettanto eclatanti saranno, a mio modesto avviso, le vittorie della blockchain contro i suoi detrattori. Fin dalle origini, il grande campione e la nuova tecnologia, sembrano già essere accomunati: la blockchain, declinata da un ancora misterioso Satoshi Nakamoto e diventata famosa per i bitcoin, asset digitali amati ed ancora più osteggiati, Ribot nato cavalla di nome Romanella (in dialetto romanesco sta per “cosa fatta senza troppa cura e frettolosamente”), e che, ancora puledro, colpì immediatamente, allevatore ed allenatore, per la sua non spiccata prestanza fisica, tant’è che la proprietaria della Scuderia Razza Dormello Olgiata, lo soprannominò, non a caso, “Il Piccoletto”.
La blockchain che si sta via via affermando nonostante ostacoli, perplessità e diffidenze, ricorda molto il Ribot che  vinse il Jockey Club del ’55 : tutti i migliori cavalli dell’epoca alleati per sfiancarlo e lui, invece, vincitore “per dispersione” con 15 lunghezze sul secondo arrivato.
La blockchain, ne sono convinto, cambierà presto le carte in tavola e porterà una rivoluzione cui non potremo opporci, ma soltanto assecondarla, così come, inarrestabile, era Ribot: in tutta la sua carriera non fu mai sollecitato con il frustino nè frenato; solo una volta Enrico Camici, il suo fantino, ci provò, in quel di Capannelle, alla fine della gara di addio alle corse, pensando che un rallentamento nel tratto finale avrebbe prolungato l’ammirazione del pubblico… ma il cavallo non fu dello stesso avviso e disarcionò il suo compagno di una vita.
Il cambiamento, la rivoluzione che porterà la blockchain, sarà dirompente e non ammetterà ostacoli e, per non farci troppo male, dovremo “arrenderci”; di ostracismo sterile ne ebbe contezza Talgo, prodigioso purosangue irlandese che, dopo una gara forsennata all’Arc de Triomphe del ’56, giunto in testa a 400 metri dal palo era convinto di avere la vittoria in tasca … Ribot, con un volo prodigioso, prima lo affiancò, poi girò leggermente il collo fissandolo brevemente, e lo lasciò alle spalle in un attimo; alle fine le lunghezze di distacco furono 8.
Mi piace,ora, riportare un frase di Jimmy Wales, il fondatore di Wikipedia, che in un’intervista di qualche giorno fa ha affermato: “Non è possibile vietare la blockchain, in quanto è, fondamentalmente, matematica, e la matematica non può essere vietata“. Come non condividere questa affermazione ? Ma, ricordo sempre, che la blockchain, così come la matematica, per essere capita ed applicata, va prima studiata; suo questo tema siamo, nonostante il gran parlare, ancora un pò indietro ma, ne sono convinto, recupereremo, così come faceva sempre Ribot, dopo aver fatto spolmonare invano i suoi avversari.
I tempi corrono, e bisogna stare al passo; “i tempi corrono”, non a caso, è il nome di un bellissimo progetto di Banca Mediolanum sui pagamenti digitali (blockchain compresa); i tempi corrono, dicevamo, e non possiamo fermarci a guardare … dobbiamo iniziare a correre … ed a vincere … magari come Ribot nel 1956 ad Ascot, quando tutti i gentlemen presenti si tolsero il cappello, in segno di ammirazione, al suo arrivo al tondino per la premiazione e la Regina Elisabetta II commentò Ribot greatly amazed me”.

Blockchain greatly amazed me !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...