Utilities & Payments

ecommerce-3530785_1920

Sono da sempre convinto, e questo ha alimentato ed alimenta la mia passione lavorativa, che un importante servizio a valore aggiunto che le Utilities possono mettere a disposizione della propria clientela, è quello della multicanalità dei sistemi di incasso; poter pagare le proprie bollette, dove si vuole, quando si vuole e nella massima sicurezza, ritengo sia un plus non trascurabile per un cliente. Il momento del pagamento è, spesso, l’unica occasione di contatto tra cliente e azienda erogatrice, e questo momento deve essere reso il più confortevole possibile. Nel settore elettrico e gas, Enel è da anni all’avanguardia nelle modalità di pagamento offerte ai propri clienti, avendo lanciato, nel tempo, l’incasso tramite carte di credito, PayPal (prima utility in Europa a farlo), MyBank (prima utility in Italia), CBill (prima utility in Italia) CityPoste Payment e PayTipper, ma, pian piano, anche gli altri player del settore hanno cominciato a seguire questa strada. E’ di qualche giorno fa il comunicato stampa di Hera che annuncia la possibilità, per i propri clienti, di poter pagare le proprie bollette tramite MyBank e CBill e, in collaborazione con Unicredit, ha lanciato i cosiddetti Virtual Accounts, ovvero l’associazione, ad ogni cliente, di un IBAN virtuale, verso il quale è possibile disporre un bonifico che, proprio grazie a questo legame univoco tra codice Iban e cliente, verrà automaticamente rendicontato senza ulteriori lavorazioni e/o disguidi da parte dell’azienda. Questi sono, sicuramente, ottimi passi verso la digitalizzazione e verso un notevole miglioramento della Customer Experience, e, secondo me, anche se implicitamente, sono valori che entrano a far parte dell’offerta confezionata per il cliente; sono convinto che la lotta all’ultimo cliente, che si scatenerà al momento del superamento del regime di maggior tutela e che vedrà impegnati tutti i player del settore, si giocherà anche su questo campo. Più saranno digitali e numerose le possibilità offerte ai clienti di regolarizzare le proprie bollette, tanto più le aziende stesse saranno appetibili per i clienti. Quello dei sistemi di pagamento è un mondo in fermento, ora molto più di prima, e in tanti, anche chi ha altrove il suo core business, stanno cercando di ritagliarsi un ruolo, cercando di cogliere le possibilità offerte dalla PSD2 e dalla blockchain. PISP e AISP altro non sono che dei mezzi fenomenali per sapere tutto sul cliente, per potergli confezionare un’offerta su misura, e per dargli servizi che gli possano semplificare e migliorare la sua esperienza digitale.
Beh a questo punto non ci resta che attendere (poco) chi farà la prima mossa e quali saranno le contromosse della concorrenza … nel mondo dei pagamenti e delle utilities non ci si annoia mai e, spesso, ci si diverte, lavorativamente parlando ovviamente…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...