Money … non siamo messi benissimo …

coins-3652814_1920

Pink Floyd, The Dark Side of the Moon, traccia 6, il pezzo è Money !
L’attacco, per chi non lo conosce o non lo ricorda, è costituito dal rumore di un registratore di cassa e da una cascata di monetine.
Nei giorni scorsi ho partecipato al Salone dei Pagamenti e, durante la pausa pranzo, ho usufruito del bar situato proprio di fronte al MiCo di Milano; è una bar che, da anni, accetta pagamenti in moneta elettronica, anche per pagare soltanto un caffè (anche se la qualità del caffè è migliorabile); bene direte voi, e a noi che ne cale ? Ne cale che, il rumore che si sentiva l’altro giorno nel bar era lo stesso del pezzo dei Pink Floyd … moneta, moneta, moneta. Ma come, mi sono detto, i frequentatori di questo bar sono, per il 99%, gli stessi del Salone, ergo, operatori del settore bancario, Fintech, esperti di sistemi di pagamento, emettitori di carte … eppure … la stragrande maggioranza, pur avendo a disposizione il POS, preferisce pagare contante. La cara e vecchia War On Cash direi che ha esalato l’ultimo respiro: se neanche chi fa parte del mondo dei pagamenti e neanche chi è direttamente interessato, usa la carta o il bancomat siamo veramente messi male. Qui non si tratta di educare i giovani consumatori (come, peraltro, egregiamente e da anni, fa il Salone dei Pagamenti), ma di “rieducare” chi dovrebbe avere certe cose insite nei cromosomi. E’ stato veramente un brutto segnale, a maggior ragione perchè, un po’ in tutti i workshop, ci si lamentava del largo uso del contante che ancora si fa in Italia a scapito dei pagamenti elettronici e digitali e della scarsa adozione/utilizzo del Pos da parte dei merchant. Come possiamo pretendere che il nostro paese migliori su questo fronte se proprio chi ce lo predica, appena volta le spalle, fa tutt’altro ? Noi esperti ed attori dei sistemi di pagamento dobbiamo essere i primi testimonial del pagamento elettronico/digitale, non serve formazione, serve l’esempio ! Ho ripetuto questa mia esternazione anche nel corso del workshop su Jiffy nel quale ero coinvolto come speaker … parole nel silenzio. Toccati nel vivo ? Lo spero proprio, perchè era il mio obiettivo. E adesso, senza aspettare il prossimo Salone dei Pagamenti, voglio proprio vedere chi sarà il primo ad offrirmi un caffè pagando con carta … ho pazienza, aspetto e vi terrò informati !

PS: il pranzo al bar di cui sopra, per la cronaca, l’ho pagato con carta.

One Comment

  1. …sei invitato per un caffè con pagamento dalla merchant app. E se è ora dell’aperitivo o del pranzo non ci limitamo al caffè… Quando vuoi:-)

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...