Salus populi suprema lex esto …

magnifying-glass-1607208_1920

A distanza di qualche giorno mi vedo costretto a ricorrere nuovamente ad una citazione di Marco Tullio Cicerone che, tradotta, suona così : il benessere (salute) del popolo deve essere la legge più importante ! Come non dare ragione al nostro antenato, soprattutto oggi; ma, proprio in questi giorni, si è acceso un forte dibattito, non sempre supportato però da contributi illuminanti : è giusto rinunciare alla nostra privacy al fine di combattere le emergenze sanitarie ? In merito, ho trovato molto illuminante questo articolo apparso oggi su Valigia Blu, a firma di Bruno Saetta. Ve ne consiglio la lettura poiché, forse come pochi, riesce a dare un quadro abbastanza completo e corretto della situazione, di ciò che è stato fatto in altri paesi, di ciò che potremmo fare noi, di ciò che il GDPR, già oggi, concede di fare. Non esprimerò alcun commento su quanto vi troverete scritto, ognuno deve farsi la sua opinione; per quanto mi riguarda mi permetto soltanto di evidenziare questo estratto:

“In situazioni di emergenza, come quella che stiamo vivendo oggi, è perfettamente lecito discutere di attuare misure adatte a contrastare la minaccia incombente, misure che siano anche dirette a comprimere il fondamentale diritto alla privacy, per consentire di proteggere l’altrettanto fondamentale diritto alla salute, individuale e collettiva. Ma sia chiaro che qualsiasi misura di questo tipo deve essere una misura emergenziale e che non dovrà uscire dalla fase emergenziale.”

Di tutto questo se ne dovrà parlare, discutere, a livello nazionale ed europeo e, secondo me, dovremo trovare delle soluzioni per affrontare queste emergenze anche con “armi” tecnologiche, non credo che si possa continuare a fingere l’inesistenza di certe risorse.

Cambiamo decisamente discorso … è di ieri la trovata di Revolut che permette ai propri utenti “top” di acquistare digitalmente oro; ovviamente la concorrenza non è stata a guardare e, proprio oggi, Hype ha annunciato, grazie alla collaborazione con Conio, la nascita, in Hype, della sezione Bitcoin : alcuni clienti selezionati, da subito (in seguito la funzionalità sarà disponibile per tutti), potranno creare in autonomia il proprio wallet e cominciare immediatamente a fare trading della valuta cryptovaluta; per gestire l’acquisto dei Bitcoin verrà usato il saldo presente su Hype. Vorrei dire tante cose, tutte cattive, come al solito, ma mi limiterò ad una sola : comprare Bitcoin è assimilabile ad un investimento ad altissimo rischio (molto più del compraoro di Revolut) e non mi sembra una buona idea renderlo disponibile, con estrema facilità, ad una platea così ampia.

E, visto che mi sono fatto prendere la mano dalle citazioni illustri , vi saluto con un altro aforisma di Cicerone, che ritengo calzante agli argomenti trattati :

“I saggi sono istruiti dalla ragione; le menti comuni dall’esperienza; gli stupidi dalla necessità; e i bruti dall’istinto !”

A presto e … mai paura !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...