Facebook Monday, Smart Working e un richiamo a Terra Madre

eye-1553789_1920

A leggere le notizie di oggi sembrava di trovarsi nel bel mezzo di un Facebook Monday; tutte le principali attenzioni erano rivolte al network di Zuckerberg. Nel terzo anniversario della multa comminata nei confronti del social americano da parte della Commissione Europea (110 milioni di Euro per aver per aver fornito agli utenti informazioni fuorvianti circa la sua acquisizione della app mobile WhatsApp), Margrethe Vestager (lei, oggi come allora), Commissario Europeo per la concorrenza, afferma che un provvedimento di tassazione più equo, la cosiddetta Webtax sia ormai non più rimandabile (per quello che conta è il mio stesso pensiero, anche se altre, in aggiunta a questo, potrebbero essere le azioni verso i giganti del web); Vestager è al lavoro con il Commissario Europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni, al fine di dirimere una non semplice matassa: pur sei i vertici della CE hanno ben chiari gli obiettivi, ci sono dei paesi, specie quelli in cui i colossi americani hanno la base europea e dove godono di un regime fiscale tollerante, che continuano a mettersi di traverso per il timore di perdere le entrate connesse all’ospitalità degli svariati quartier generali. Il braccio di ferro sarà duro e senza esclusioni di colpi, si accettano scommesse !

Nel frattempo, Zuckerberg, grazie all’acquisizione di circa il 10% del big indiano dell’ecommerce Reliance, punta dritto allo sbarco in questo settore. L’India è una piazza molto interessante, visti i suoi circa 1,3 miliardi di abitanti, e Reliance, facente capo alla famiglia Ambani, con i suoi oltre 400 milioni di utenti, rappresenta un ottima palestra in vista di un futuro ruolo di Facebook nel settore mondiale del retail. Sono bastati pochissimi giorni perchè il pilota di una piattaforma che gestisce gli acquisti tramite Whatsapp, catalizzasse l’interesse di oltre 6000 negozi, in un’area ristrettissima dell’India. Se colleghiamo questa notizia alle parole della Vestager … la Commissione Europea sembra Paperino, quando in un vecchio cartoon, cerca con le dita e con le zampe di turare i buchi, sempre più numerosi, di una tubatura dell’acqua …

Sempre oggi, in questo Facebook Monday, Thierry Breton, Commissario Europeo al Mercato Interno, ha incontrato proprio il nostro Zuckerberg, per discutere “il ruolo e la responsabilità delle piattaforme online durante la gestione della crisi sanitaria”. Vedremo nei resoconti di domani cosa ne sarà scaturito; qui non si accettano scommesse (non mi piace perdere facile…)

Sul Mattino di oggi, ho letto un articolo di Alessandra Graziottin sullo Smart Working e le sue possibili evoluzioni nel prossimo futuro. I pregi dello smart working (quello ante Covid, 1 o 2 giorni a settimana) li conosciamo tutti, e speriamo che quel modello si diffonda presto e rimanga permanentemente a beneficio della maggior parte dei lavoratori italiani; conosciamo, purtroppo, anche qui troppo bene, i difetti del Long Smart Working che stiamo sperimentando tuttora : manca la “liturgia del lavoro”, manca il piacere delle riunioni faccia a faccia, manca il fare e sentirsi parte di una squadra, manca la pausa caffè e le chiacchiere che ne derivano… in buona sostanza, manca la vita vera ! 

Carlin Petrini, fondatore di Slow Food e anima di Terra Madre, qualche giorno fa, ricordando le difficoltà che si hanno sul fronte dell’agricoltura, in tutto il mondo, a causa dell’inquinamento, del malgoverno e della criminalità, ricordava di aver visto, in Cina,  un murales che recitava così : “Non torneremo alla normalità perché la normalità era il problema”.

A prestissimo e … mai paura !

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...