Il Blog di Giovanni Vattani

Dalle innovazioni nei sistemi di pagamento, alle nuove tecnologie, dal Fintech alla Blockchain

Foto di 3D Animation Production Company da Pixabay

In una recente intervista pubblicata sul sito Payments.com, Talbott Roche, CEO e presidente di Blackhawk Network, descrive i nuovi scenari che si sono venuti a creare nel mondo dei pagamenti digitali; se è vero che, fino a pochi mesi fa, il momento del pagamento veniva considerato, all’interno dell’esperienza d’acquisto online, un momento del quale nessun merchant si voleva curare e ne demandava a terze parti lo sviluppo ed il mantenimento, spesso senza assicurarsi dell’experience dei propri clienti (l’importante è che il pagamento venga effettuato e che i soldi arrivino a destinazione), ora, ci si è resi conto che, visto che il pagamento è l’unica “tappa obbligata” del processo di acquisto, una sorta di Forche Caudine dove devono forzatamente passare tutti gli acquirenti, è bene che questo momento sia assolutamente senza attriti e possa rappresentare anche una sorta di valore aggiunto rispetto ad acquisti effettuati presso altri merchant (io, ad esempio, ho sempre sostenuto che esporre la più ampia scelta di metodi di pagamento delle bollette, potesse rappresentare un carattere distintivo dell’offerta delle utilities, laddove magari sul prezzo finale la differenza finale è veramente minima). Tutto questo è maggiormente valido ora che ai pagamenti digitali si sono avvicinati clienti che mai li avevano utilizzati prima ed è fondamentale che questi primi passi siano mossi nella maniera migliore possibile.

Sul sito di Finextra, il CEO di Currencycloud Mike Laven, prova a disegnare tre possibili scenari evolutivi per il Fintech del prossimo futuro. Inizialmente ci sarà una selezione naturale di darwiniana memoria dove, gli attori più piccoli, dovranno allearsi con altri per non soccombere e questo porterà ad una diminuzione numerica di soggetti in uno spazio che oggi è molto affollato. Consolidamento quindi; e chi condurrà le danze saranno probabilmente i grandi “burattinai” che ci sono già oggi e che domani accentreranno ancora di più le attività su di loro (Visa e Mastercard si stanno già muovendo in questo senso a livello europeo e lo stesso sta facendo Nexi a casa nostra). Ci sarà poi un ricambio di quelli che sono considerati i soggetti storici del mercato dei sistemi di pagamento : le banche. Gli istituti di credito si troveranno, e già si trovano, a competere con altre aziende che offriranno i loro stessi servizi ma che riusciranno a declinare con maggiore velocità e minor costo. Sostituzione quindi. Coloro che rimarranno attivi in questa filiera si troveranno a lavorare in un ambiente diverso da oggi, dove diversi da oggi saranno anche i servizi offerti che, probabilmente, si baseranno sulla capacità di trasformare l’enorme numero di dati a disposizione in informazioni e queste informazioni permetteranno ad uno stesso soggetto “finanziario” di offrire servizi a 360°, dalla richiesta di un prestito o di un mutuo, ad una assicurazione, dalla tutela della salute alla gestione del percorso scolastico dei più piccoli. Cambiamento e diversificazione dell’offerta quindi. Lo scenario descritto non è poi così lontano … è proprio dietro l’angolo.

Chi nello scenario sopra descritto ci si troverà sicuramente bene, perchè sta già lavorando in quella direzione, è Starling Bank. La banca inglese ha lanciato, nel suo market place B2B, l’offerta di tre nuovi servizi : Slack, ovvero una piattaforma di messaggistica, dove gli utenti possono controllare in tempo reale le loro transazioni e le loro finanze, Bionic, che supporterà le aziende nello scegliere i fornitori più convenienti in tema di gas ed elettricità ed altri servizi, promettendo risparmi annui sino a 700 sterline per contratto ed infine Equipsme, che darà alle aziende clienti di Starling la possibilità di offrire ai propri dipendenti polizze sanitarie complete ed estremamente flessibili. Così si fa !

A prestissimo e … mai paura !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: