La sinuosità di Flowe, Fabrick sbarca su Spotify e Amazon tokenizza le carte Mastercard

Foto di Chris Martin da Pixabay

Fiocco rosa in casa Mediolanum : è nata Flowe, piattaforma digitale di banca meneghina, che unisce tematiche green, benessere individuale ed evoluzione sociale strizzando l’occhio soprattutto ai più giovani che chiedono un servizio bancario digitale e con un pizzico di innovazione. Oltre all’ormai già nota formula “pianto un albero per te”, a fronte della sottoscrizione del servizio, è presente un sistema di gamification che mantiene ingaggiato il cliente e lo premia in base alle sue azioni in materia di tematiche del risparmio (è possibile fissare degli obiettivi finanziari da raggiungere tramite un accantonamento automatico di piccole somme), della salute (passi fatti al giorno), dell’attività fisica, dell’ambiente (CO2 prodotta dagli acquisti) e dell’interazione con gli altri membri della community Flowe. La carta fisica, collegata alla app (disponibile su richiesta) non poteva non sottolineare l’impronta green di Flowe ed è realizzata in legno. Ad oggi, sulla scorta di un importante lavoro ante rilascio sul mercato, la app gode già di oltre 15.000 clienti che conta di aumentare velocemente. In bocca al lupo Flowe !

Fabrick ha annunciato la pubblicazione su Spotify di un podcast dedicato all’Open Banking : Open Banking, Open Voice. L’intento dichiarato è quello di mettere in condizione, chiunque volesse farlo, di approfondire le tematiche che ruotano intorno alle novità introdotte dalla PSD2 e preparare il pubblico all’era dell’invisible banking. Non ho neanche finito di leggere la mail che conteneva la nota stampa che mi sono subito precipitato su Spotify, ritenendo che, finalmente, qualcuno avesse intrapreso i chiari sentieri dell’alfabetizzazione finanziaria per tutti … beh… non so come dirvelo … non è proprio così; dopo aver ascoltato i vari episodi posso affermare che non si tratta di alfabetizzazione finanziaria ma di marketing, tutto qui. Altro giro, altra corsa.

Giusto ieri vi avevo parlato, sempre da questo blog, delle esperienze di acquisto messe a disposizione da Amazon e Netflix e di come queste potessero essere prese ad esempio in materia di Frictionless Customer Experience; non sono passate neanche 24 ore e arriva l’annuncio di Mastercard riguardante i loro titolari clienti di Amazon, che, da oggi, potranno ulteriormente migliorare la propria esperienza di acquisto sul gigante dell’ecommerce grazie alla tokenizzazione della propria carta. L’implementazione rappresenta anche un passo avanti sulle tematiche della sicurezza, in quanto, ad essere memorizzati non saranno più i dati della carta di credito ma dei token, e questi saranno univoci per ogni acquisto. “Creiamo percorsi per i consumatori che migliorano l’esperienza di acquisto” è la dichiarazione di Mastercard presente all’interno del comunicato stampa. La funzionalità menzionata è disponibile in 12 paesi tra Nord America, America Latina, Medio Oriente ed Europa. Lo stesso percorso di diffusione della tokenizzazione è stato intrapreso anche da Visa, ma con un piccolo ritardo nella diffusione. Tokenizzate gente !

A prestissimo e … mai paura !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...